una vecchia casa ticinese, posta al di fuori del nucleo di mergoscia in valle verzasca, necessita un ampliamento per un locale giorno multifunzionale, con un forte legame al giardino e al paesaggio.
la casa originale presenta già di un’aggiunta degli anni ’50.

si è quindi optato per un padiglione staccato dalla casa originale, così da non addizionare ulteriori volumi all’edificio principale.

l’idea centrale del progetto consiste nell'amalgamare la nuova costruzione con i caratteristici muri in pietra dei vigneti circostanti.

il nuovo blocco massiccio in pietra fuoriesce dalla montagna, con il tetto ad una falda contrapposto al pendio.

il locale interno si sviluppa attraverso una cavità libera nella pianta e nella sezione e con il contrasto tra il bianco luminoso e le pietre esterne.

fotografie: a. guarino fotografo d‘architettura + architetti